DALL'ITALIA09:56 - 11 ottobre 2010

Il ritorno degli alpini caduti in Afghanistan e la proposta di La Russa

Il Partito Democratico si dice pronto a discutere in Parlamento del possibile rafforzamento della la sicurezza per i militari italiani in Afghanistan. Lo dice Piero Fassino, responsabile esteri del Pd.

di Greta Privitera
<p>Il ritorno degli alpini caduti in Afghanistan e la proposta di
La Russa</p>
PHOTO LAPRESSE

Tanto dolore e commozione a Ciampino dove sono giunte con il C130 dell'Aeronautica militare le salme del caporalmaggiore Gianmarco Manca (32 anni), del caporalmaggiore Marco Pedone (23 anni), del caporalmaggiore Sebastiano Ville (27 anni) e del caporalmaggiore Francesco Vannozzi 26 anni). I corpi dei quattro soldati uccisi sabato in Afghanistan nella valle del Gullistan sono rientrate in Italia per le esequie solenni. Ad accoglierle all'aeroporto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il presidente della Camera, Gianfranco Fini, il ministro degli esteri Franco Frattini, il ministro della difesa Ignazio La Russa. Le bare, allineate sulla pista, sono state prima benedette dall'ordinario militare, monsignor Vincenzo Pelvi, poi il saluto commosso del Capo dello Stato che ha poggiato le mani sulle bare avvolte dal tricolore.

«L'Italia è l'unico Paese che in Afghanistan non ha armato i propri bombardieri con le bombe, tutti gli altri lo hanno fatto», ha ricordato il ministro della Difesa Ignazio La Russa, il giorno dopo l'attacco in cui sono rimasti uccisi quattro alpini italiani. «Per mia decisione», ha detto continuato, «si è stabilito che i caccia venissero utilizzati soltanto con il cannoncino di bordo, quindi l'Italia ha gli aerei senza le bombe. Ho ritenuto che potessimo farne a meno perché vi è comunque rischio di mettere a repentaglio vite civili ». Ma ora, prosegue, «visto il dolore enorme che provoca ogni morte, non me la sento più di assumere questa decisione da solo, di fronte a quello che sta avvenendo: chiedo alle Camere di decidere». Il ministro spiega che accetterebbe qualsiasi decisione, compreso l'impiego delle bombe, «se mi convincessero che questo aiuta i nostri ragazzi sul territorio».

Il Partito Democratico si dice pronto a discutere in Parlamento del possibile rafforzamento della la sicurezza per i militari italiani in Afghanistan. Lo dice Piero Fassino, responsabile esteri del Pd.

La proposta del ministro La Russa scatena invece una dura reazione da parte di Idv, Federazione della sinistra e Verdi. «Le dichiarazioni del ministro "della Guerra" La Russa e di quello "delle Colonie" Frattini sono anacronistiche e irresponsabili», dice Felice Belisario, presidente dei senatori dell'Idv, «La loro posizione bellicosa non considera minimamente l'esposizione al serio pericolo di rappresaglie per il nostro esercito, che teoricamente dovrebbe essere impegnato in una missione di pace e che invece ha già subito la perdita di 34 giovani vite. Se è una missione di pace, La Russa mandi suo figlio a sganciare le bombe dagli aerei».

Per la Nato «le bombe sugli aerei sono compatibili con il mandato». Lo ha detto il segretario generale Anders Fogh Rasmussen, che considera «del tutto naturale» il dibattito aperto in Italia sulla ricerca di mezzi e strumenti che possano contribuire a «difendere meglio le proprie truppe dispiegate sul terreno, impegnate nel controllo del territorio».

Per quanto riguarda la data del possibile ritiro dall'Afghanistan, La Russa ritiene che «fissare la data del rientro senza fissare il compito è un errore tipico della sinistra più estrema. Il 2011 nella nostra proiezione è la data in cui vengono ritirati i nostri militari che operano in prima linea, dopo potranno rimanere solo gli addestratori. Ma per ottenere questo risultato si deve conquistare il territorio da qui al 2011, e per questo deve aumentare la sicurezza. Credo che sia realistico mettere in condizioni l'esercito afgano di controllare da solo il territorio, se noi non fossimo lì il terrorismo sarebbe più vicino alle nostre case».

Sei d'accordo? Dì la tua

LEGGI LA NOTIZIA DELL'ATTACCO CON I NOMI DELLE VITTIME

LEGGI LA NOTIZIA DEL 2 OTTOBRE CON IL FERIMENTO DI DUE ITALIANI

LEGGI LA NOTIZIA DEL MILITARRE MORTO IL 17 SETTEMBRE

LA NOTIZIA IN CUI LO SCEICCO AL- ZAWAHARI COMMEMORA L'11 SETTEMBRE

LEGGI L'ULTIMA NOTIZIA SULLA STRAGE DI BAMBINI IN AFGHANISTAN

LEGGI LA NOTIZIA DELLE DONNE SOILDATO IN AFGHANISTAN

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).