DALL'ITALIA09:05 - 11 ottobre 2010

Tassista picchiato, incendiata l'auto di un testimone

Incendiata l'auto di due testimoni dell'aggressione. Picchiato anche il fotoreporter che stava fotografando l'autovettura in fiamme. Intanto le condizioni di Luca Massari, il tassista 45enne finito in coma dopo le percosse subite per aver investito un cane, «rimangono gravi, con persistente pericolo di vita».

di Raffaella Serini
<p>Tassista picchiato, incendiata l'auto di un testimone</p>
PHOTO LAPRESSE

Mistero dopo l'aggressione del tassista che a Milano aveva investito un cane. L'auto di due dei testimoni dell'aggressione è stata infatti incendiata.

Poche ore dopo, il fotoreporter Maurizio Maule, che stava scattando delle foto alla vettura data alle fiamme per l'agenzia Fotogramma, è stato a sua volta aggredito da uno sconosciuto con il manico di una scopa. La vittima ha riportato una vistosa ferita al naso ed è stata soccorsa dal personale del 118.

Intanto le condizioni di Luca Massari, il tassista 45enne finito in coma, «rimangono gravi, con persistente pericolo di vita». Per la polizia «gli aggressori sarebbero stati più di uno».

Il pestaggio è avvenuto ieri  intorno alle 13.20 nei pressi di via Ripamonti, in zona Milano Sud. Il tassista, in servizio, ha inavvertitamente travolto con l'auto un cocker che, senza guinzaglio, ha tentato all'improvviso di attraversare la strada,  sfuggendo al controllo della sua padrona. Il tassista non ha potuto evitare l'impatto, che ha ucciso l'animale sul colpo. L'uomo è poi sceso dalla macchina, per scusarsi con i padroni. Il trentunenne che accompagnava la ragazza, però, non ha voluto saperne delle scuse dell'uomo e ha iniziato a colpirlo con calci e pugni. Nella colluttazione il tassista sarebbe caduto sbattendo la testa sul marciapiede e perdendo i sensi. Trasportato d'urgenza presso il Fatebenefratelli (a chiamare i soccorsi alcuni passanti che hanno assistito sgomenti al pestaggio), è entrato in coma poco dopo il ricovero. Oltre al trauma cranico, gli sono state riscontrare lesioni ai polmoni e alla milza.

Per l'eurodeputato Matteo Salvini (Lega Nord) si tratta di una questione di ordine pubblico: «I tassisti dovrebbero essere dotati di spray urticanti e sfollagente».

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
rocco 71 mesi fa

mi dispiace per il cane. era meglio che il tassista mettesse sotto la padrona e il suo (vigliacco) fidanzato

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).