DALL'ITALIA12:28 - 14 ottobre 2010

Guru dell'anoressia, al via il processo: lo accusano 90 ragazze

Waldo Bernasconi, un terapeuta svizzero, nella sua clinica SanaVita ha curato molte ragazze affette da disturbi alimentari. E' finito sul banco degli imputati al Tribunale di Como accusato di truffa e violenza sessuale. Novanta ragazze si sono costituite parte civile. Una di loro, Marta Serafinelli, addirittura si è tolta la vita

di staff Style.it
<p>Guru dell'anoressia, al via il processo: lo accusano 90
ragazze</p>

Waldo Bernasconi, un terapeuta svizzero, diceva di curare l'anoressia. Nella sua clinica SanaVita (e per le sue mani) sono passate centinaia di donne affette da disturbi alimentari. Solo che a un certo punto della sua carriera è finito sul banco degli imputati per truffa e violenza sessuale. Novanta ragazze si sono costituite parte civile.

Una di loro, Marta Serafinelli, addirittura si è tolta la vita. Nel processo a suo carico, le accuse sono anche di esercizio abusivo della professione medica e associazione a delinquere finalizzata alla truffa e truffa aggravata ai danni del Servizio sanitario nazionale.

Lui, che non risulta iscritto ad alcun albo professionale, e curava con metodi non scientifici, in aula al Tribunale di Como non si è presentato. C'erano però una decina di sue ex pazienti: agitavano i libri e le pubblicazioni che elogiavano le terapie di Bernasconi, e il suo metodo, il cosiddetto neoreichiano, basato su protocolli di natura psicologica. Giurando di essere guarite solo grazie a lui.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).