DALL'ITALIA10:44 - 14 ottobre 2010

Ottocento mila nuovi poveri, l'80 per cento sono papà separati

Lo rende noto un rapporto della Caritas e della Fondazione Zancan che smentisce quello dell’Istat secondo il quale sarebbero «solo» 7.810.000. Secondo l’associazione matrimonialisti italiani (Ami) tra questi ci sarebbero 800 mila nuovi poveri, 80% uomini e 20% donne

di Greta Privitera
<p>Ottocento mila nuovi poveri, l'80 per cento sono papà
separati</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Aumentano i poveri italiani: sono 8,3 i milioni di persone che nella vita di tutti i giorni hanno difficoltà persino a fare la spesa. Lo rende noto un rapporto della Caritas e della Fondazione Zancan che smentisce quello dell'Istat secondo il quale sarebbero «solo» 7.810.000.

Secondo l'associazione matrimonialisti italiani (Ami) tra questi ci sarebbero 800 mila nuovi poveri, 80% uomini e 20% donne, scesi al di sotto della soglia della povertà a causa di separazioni e divorzi. Un fenomeno drammatico che colpisce anche chi guadagna 2000 euro al mese che deve rinunciare al 70% dello stipendio per il mantenimento dei familiari e della casa coniugale. A Milano sono 50 mila i separati che vivono da clochard e a Roma 90 mila. Frequentano le mense della Caritas, fanno la fila per un piatto di pasta, dormono in auto, da amici o tornano dalla mamma.

Secondo l'Ami «urge una politica nazionale per garantire alle migliaia di padri di famiglia sul lastrico alloggi e sostegni economici e psicologici».

VAI ALLA PAGINA DI NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).