DALL'ITALIA15:34 - 14 ottobre 2010

Scuola, la dislessia riconosciuta ufficialmente come un disturbo

Approvata una legge che riconosce i dislessici e assicura loro garanzie e assistenza in classe: diritto alla diagnosi precoce, piani didattici personalizzati e orari di lavoro più flessibili per i genitori

di staff Style.it
<p>Scuola, la dislessia riconosciuta ufficialmente come un
disturbo</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

La dislessia e gli altri Disturbi specifici dell'apprendimento (Dsa) entrano a scuola.

Il Parlamento ha approvato una legge che riconosce ufficialmente i dislessici «nelle aule», assicurandogli tutta una serie di garanzie sul loro percorso formativo.

«Ora gli insegnanti che riscontrano dei problemi negli alunni avranno l'obbligo di far fare una diagnosi alla Asl competente - spiega Franco Asciutti, relatore del provvedimento - e dovranno garantire ai ragazzi gli strumenti, a partire da quelli informatici, per superare i problemi».

In Italia si stimano circa 350mila dislessici tra i 6 e i 19 anni, il 3-5% della popolazione scolastica. La legg prevede il diritto alla diagnosi precoce, piani didattici personalizzati e orari di lavoro più flessibili per i genitori.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).