DALL'ITALIA12:29 - 17 ottobre 2010

Catanzaro, 13enne muore dopo intervento

L’hanno portato in ospedale perché accusava forti dolori addominali, ma per i medici del pronto soccorso dell'ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro non era necessario il ricovero. I dolori, però, sono aumentati e così il ragazzo, un bulgaro di 13 anni, è stato operato il giorno successivo. Ma l'intervento non è bastato e lui è morto

di staff Style.it
<p>Catanzaro, 13enne muore dopo intervento</p>
PHOTO LAPRESSE

L'hanno portato in ospedale perché accusava forti dolori addominali, ma per i medici del pronto soccorso dell'ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro non era necessario il ricovero. I dolori, però, sono aumentati e così il ragazzo, un bulgaro di 13 anni, è stato operato il giorno successivo. Ma l'intervento non è bastato e lui è morto. Adesso dovranno essere i carabinieri e la Procura di Catanzaro a chiarire perché il ragazzo è morto e, soprattutto, se il mancato ricovero abbia influito o sia stato l'intervento cui è stato sottoposto a causare in qualche modo il decesso.

A chiedere l'intervento dei carabinieri della Compagnia di Sellia Marina, centro della provincia catanzarese, è stata la madre del ragazzo, una cittadina bulgara che da anni vive in Italia, dove si è rifatta una vita con un nuovo compagno italiano. Per chiarire la vicenda, la Procura sta anche esaminando la storia clinica del ragazzino. All'età di due anni, quando viveva in Bulgaria, infatti, ingerì soda caustica che gli provocò seri danni agli organi. Gli inquirenti vogliono accertare se questo precedente possa avere svolto un qualche ruolo nella morte del ragazzino. Una risposta che il pm Alberto Cianfarini ed i carabinieri attendono dall'autopsia che sarà eseguita martedì.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).