DAL MONDO11:54 - 25 ottobre 2010

Gran Bretagna, la cognata di Tony Blair si converte all'Islam

Lauren Booth, giornalista televisiva e sorella della moglie dell'ex premier, ha raccontato di aver ricevuto «una scarica di spiritualità» durante un viaggio in Iran. Ora, scherza, vuole convincere il cognato a rivedere alcune sue posizioni negative sull'Islam

di staff Style.it
<p>Gran Bretagna, la cognata di Tony Blair si converte
all'Islam</p>
PHOTO @ GETTY IMAGES - GETTY IMAGES

Lauren Booth, cognata dell'ex premier britannico Tony Blair, ha annunciato di essersi convertita all'Islam.

L'illuminazione, racconta, le è venuta durante una «santa esperienza» in Iran. Lauren, 43 anni, giornalista televisiva, aveva da poco visitato il tempio di Fatima al-Masumeh, nella città santa iraniana di Qom. «Era un martedì sera: mi sono seduta, e ho sentito una scarica di spiritualità, beatitudine e gioia».


Rientrata in Gran Bretagna sei settimane fa, la donna ha deciso di convertirsi. Ora non mangia più carne di maiale, ha rinunciato agli alcolici e legge il Corano ogni giorno. Ma la sua conversione, scherza, non lascerà indenni le teorie politiche del celebre cognato, visto che ha già espresso la speranza di riuscire a convincere l'ex premier a rivedere alcune posizioni negative sull'Islam.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).