DALL'ITALIA11:40 - 27 ottobre 2010

Amanda in carcere, tra Moravia e De André: «Ridatemi la libertà»

Una giovane donna insicura e sensibile. Nel libro «Io vengo con te», emerge il lato più intimo di Amanda Knox: «Ci chiede libri e cd, ascolta Battisti, Mina e De André. Dietro le sbarre si sente un uccello ingabbiato, mentre lei vorrebbe cantare al vento»

di Angelo Sarasi
<p>Amanda in carcere, tra Moravia e De André: «Ridatemi la
libertà»</p>
PHOTO KIKA PRESS


Legge Moravia e adora cantare con la sua bella voce Lucio Battisti. Amanda Knox, la giovane americana condannata in primo grado a 26 anni per l'omicidio di Meredith Kercher, non sarebbe né una ragazza spregiudicata né una spietata assassina, ma una giovane donna insicura e sensibile.

Questo è il ritratto tratteggiato dal presidente della Fondazione Italia Usa, Rocco Girlanda nel suo libro «Io vengo con te. Colloqui in carcere con Amanda Knox», che è stato presentato alla Sala delle Colonne di Palazzo Marini a Roma. «Ci chiede libri e cd, ascolta Battisti, Mina e De André. Dietro le sbarre si sente un uccello ingabbiato, mentre lei vorrebbe cantare al vento».

«Da bambina - racconta Amanda nel libro - ero un 'tomboy', un maschiaccio. Mi manca la mia famiglia. Io voglio vivere e poter cantare sempre liberamente al vento, ma evidentemente un uccello ingabbiato è più ristretto di un uccello libero, anche nel canto. Prima della voce devono venire le ali».

Nel libro la ragazza non rivolge accuse all'Italia, anzi scrive che «Ci sono tantissime persone in Italia che mi hanno aiutato e mi sono state vicine. Io ce l'ho con la condanna che ho avuto. So che non sono stata sempre comprensibile e che a lungo mi sono fatta guidare da una troppo ostinata ingenuità che ha causato confusione».

Intanto, il giallo di Perugia è diventato un film per la tv. A interpretare Amanda Knox è Hayden Panettiere. Guarda le foto scattate sul set.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).