DALL'ITALIA08:43 - 27 ottobre 2010

I tabulati incastrano Sabrina: «Era vicino al pozzo dove è stata sepolta Sarah

Alle 15,19 del 26 agosto, pochi minuti dopo l'omicidio, non era con l’amica Mariangela come ha raccontato, ma a pochi passi dal pozzo dove suo padre stava seppellendo Sarah. A inchiodarla ci sono i tabulati telefonici, sui quali in questi giorni hanno lavorato i carabinieri del Reparto operativo speciale.

di Greta Privitera
<p>I tabulati incastrano Sabrina: «Era vicino al pozzo dove è stata
sepolta Sarah</p>
PHOTO LAPRESSE

Altre bugie di Sabrina Misseri. Alle 15,19 del 26 agosto, pochi minuti dopo l'omicidio, non era con l'amica Mariangela come ha raccontato, ma a pochi passi dal pozzo dove suo padre stava seppellendo Sarah. A inchiodarla sonop stati i tabulati telefonici sui quali in questi giorni hanno lavorato i carabinieri del Reparto operativo speciale.

Seguendo i tabulati, Sarah potrebbe essere stata ammazzata tra le 14,10 e le 14,30. Sabrina ha un buco nella sua giornata dalle 15, quando Mariangela la accompagna a casa, alle 15,40 circa quando arriva ai carabinieri dove sua madre e sua zia erano per la denuncia. Mentre Michele, riappare sulla scena alle 15,45 quando va nel campo per raccogliere i fagiolini in una campagna a pochi metri da casa.

I tabulati hanno dimostrano come la ragazza alle 15,19 si trovava nella zona di Nardò e non in città come aveva raccontato. A smascherarla un sms inviato a Ivano Russo (il ragazzo di cui è invaghita) alle 15,19 e 51 secondi. «Non è detto che abbia mentito: potrebbe esserci stato un rimbalzo della cella telefonica, spesso i tabulati mentono», hanno spiegato i legali della Misseri. Ma la circostanza convince poco i magistrati e gli uomini del comando provinciale di Taranto.

Ecco alcuni stralci del verbale del 15 ottobre scorso, fino a ieri segreto, nel quale gli investigatori contestano alla ragazza la circostanza dei tabulati telefonici.

Pm Buccoliero: "Quand'è il primo messaggio che fa a Ivano?".
Sabrina Misseri: "17,25 o cinque e mezza mi ricordo".
Polizia giudiziaria: "Il primo a Ivano?"
Pm: "Alle 17 e 30?"
S.: "Che lui mi risponde...".
Pm: "Il primo è delle 15 e poi... la chiamata".
Pg: "Quello delle 15,19 e 51 secondi. C'è Sabrina che manda un sms a Ivano in cui c'è scritto "Ti stavo chiamando è sparita Sarah"".
Pm: "Questo è il primo?".
Pg: "Il primo sì... quando lei ha mandato questo messaggio stava con Mariangela?".
S.: "Sì".
Pg.: "Guardi, dalle celle telefoniche risulta che lei ha agganciato una cella di Nardò mentre la sua amica Mariangela nello stesso arco di tempo che ha fatto una telefonata al papà ha agganciato una cella di Avetrana. Mi può dire... Lei mi dice che stavate assieme e agganciate celle proprio completamente...".
S.: "Perché pure a lei stessa dissi io "non so se chiamare Ivano o meno..."".
Pg.: "Lasci perdere il fatto di chiamare o non chiamare".
S.: "Ma stavamo insieme però".
Pg.: "E come si spiega questo fatto che lei aggancia una cella a Nardò, località Fattezze frazione Santa Chiara... La sua amica aggancia una cella Avetrana via XXIV maggio 22?".
Pm.: "Sa che significa questo? Che voi non stavate insieme...".
S.: "No, stavamo insieme... Su questa cosa io ne sono convinta".
Pg: "Successivamente stavate insieme a Torre Colimena".
S.: "No, io a Torre Colimena non ci sono andata".
Pg: "No, lei aggancia una cella a Manduria, località Torre Colimena...".
S.: "Non ci sono andata a Torre Colimena".
Pg: "Quando vi siete incontrati a Torre Colimena con Alessio e Mariangela lei non c'è andata?".
S.: "Io mi sono incontrata a Torre Colimena...".
Pm: "Non si sta ricordando questa circostanza".
S.: "Però del fatto di Ivano, c'era lei presente perché lei stava chiamando con il telefonino mio. Perché a me mi sembrava male chiamarlo che non mi parlava. Lei ha preso il telefono per chiamare e io poi dopo gli ho mandato il messaggio, a Ivano."
Pg: "Ma com'è possibile?".
Pm: "Qui stiamo parlando dei tabulati non delle dichiarazioni di Mariangela, va bene?".
S.: "Ho capito".
Pm: "... I tabulati ci dicono che state in due posti diversi nello stesso orario... Forse non è chiara la cosa".
S.: "E io ribadisco che stavo con Mariangela".
Pm: "Quando ha fatto questo messaggio a Ivano?".
S.: "Sì".
Pm: "Benissimo, quindi contrariamente a quanto risulta dai tabulati lei stava con Mariangela... Benissimo".

SABRINA: «MIO PADRE MOLESTAVA SARAH? NON CI CREDO»

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SUL GIALLO DI AVETRANA


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
ciclone 71 mesi fa

A tutti quelli che ancora difendono Sabrina, smettetela!!!!!!! deve pagare ogni torto fatto alla piccola Sarah all'ennesima potenza!!!!!!

PiKKuLa365 71 mesi fa

TRUCIDATELA!!!!!

elena 71 mesi fa

bugiarda fino al midollo eh!!!!!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).