DALL'ITALIA11:42 - 27 ottobre 2010

RomaFilmFest, le proteste rischiano di far saltare la passerella

«Occupiamo il red carpet». La protesta di registi, autori e lavoratori del cinema rischia di far saltare la passerella della prima serata del festival di Roma domani. La decisione del blocco del tappeto rosso è arrivata dopo l’assemblea convocata lunedì al teatro Eliseo

di Valentina Colosimo
<p>RomaFilmFest, le proteste rischiano di far saltare la
passerella</p>
PHOTO GETTY IMAGES

«Occupiamo il red carpet». La protesta di registi, autori e lavoratori del cinema rischia di far saltare la passerella della prima serata del festival di Roma domani. La decisione del blocco del tappeto rosso è arrivata dopo l'assemblea convocata lunedì al teatro Eliseo, a cui hanno partecipato circa 800 persone. «Il tappeto rosso è nostro e ce lo dobbiamo prendere», è stata la proposta di Andrea Purgatori (animatore dell'associazione 100 Autori) votata quasi all'unanimità. E in queste ore si organizza la protesta anche attraverso il gruppo Sit-in su Facebook, che invita tutti a indossare una maglietta bianca con la scritta rossa: Tutti a casa.

Al centro della protesta ci sono il reintegro del Fus (il Fondo unico per lo spettacolo, che regola l'intervento del governo nel settore), il mancato rinnovo degli incentivi del tax credit e del tax shelter, la digitalizzazione delle sale e la delocalizzazione della produzione televisiva.

TORNA ALLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).