DAL MONDO11:25 - 27 ottobre 2010

Spagna, prostitute al «lavoro» col giubbotto fluorescente

Le lucciole di Lleida hanno aggirato il divieto di prostituzione all'interno del paese spostandosi appena fuori città. D'obbligo però il giubbottino previsto dall'Ue. Ma loro non si lamentano: così sono più visibili agli automobilisti.

di Angelo Sarasi
<p>Spagna, prostitute al «lavoro» col giubbotto fluorescente</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Evitano la multa di 40 euro. E sono ben visibili agli automobilisti. Per le prostitute di Lleida, la scelta di ricorrere al giubbottino fluorescente durante l'orario di «lavoro» in strada non si sta rivelando poi così svantaggiosa.

«Negli ultimi due mesi sono state multate perchè possono creare incidenti sulla strada», ha spiegato un portavoce della polizia catalana dopo che la prostituzione è stata vietata entro i confini cittadini, ma non fuori. E così le lucciole si sono spostate nell'area di Els Alamus, appena fuori città, indossando il giubbottino come è richiesto dalle regole dell'Unione Euorpea per chi cammina o sosta sulla strada durante le ore di buio.

Il sindaco di Els Alamus non è ovviamente molto contento, e sta studiando nuovi provvedimenti. Difficile, però, che vadano in porto. Lo stesso premier Zapatero, che aveva promesso di bandire le pubblicità legate alle offerte di prestazioni sessuali dai media, ha fallito. E le 300 mila lucciole spagnole continuano indisturbate a compiere la loro professione, la più antica al mondo. Ma col giubbottino.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).