DALL'ITALIA11:27 - 28 ottobre 2010

«Sabrina nascose per alcuni giorni il diario di Sarah»

Secondo gli inquirenti la ragazza trovò il diario della cugina poche ore dopo la scomparsa e lo tenne per sé per alcuni giorni, prima di consegnarlo ai Carabinieri. La novità emergerebbe da alcuni interrogatori eseguiti a «persone informate sui fatti»

di staff Style.it
<p>«Sabrina nascose per alcuni giorni il diario di Sarah»</p>
PHOTO LAPRESSE

VAI ALLO SPECIALE

Nuova svolta nelle indagini sull'omicidio di Sarah Scazzi. Secondo gli inquirenti Sabrina Misseri, la cugina accusata dal padre di complicità nel delitto, trovò in casa Scazzi un diario della cugina e, anziché consegnarlo subito agli investigatori, lo tenne per sé per alcuni giorni, prima di darlo ai carabinieri della Stazione di Avetrana. La novità emergerebbe da alcuni interrogatori eseguiti a «persone informate sui fatti».

Nel diario Sarah parlava anche di Ivano Russo, l'amico che aveva in comune con la cugina. Per questo Sabrina avrebbe inviato un sms al ragazzo, informandolo del ritrovamento e confidandogli che l'avrebbe tenuto nascosto, per non indirizzare le indagini proprio sul giovane.

Intanto ad Avetrana si sono aperte tre indagini sull'indagine. Sono tutte parallele a quella principale, che mira a far luce sull'omicidio.

La prima è portata avanti dal Garante della Privacy e mira ad accertare eventuali fughe di notizie relative al caso di Avetrana, dopo la pubblicazione dei verbali e degli audio degli interrogatori di Cosima Serrano, di Michele e di  Sabrina Misseri.

Francesco Pizzetti, numero uno dell'Autorità, si è rivolto a Rai, Rti, Sky e Telecom per avere informazioni sulla diffusione di «dati concernenti le indagini sull'omicidio di Sarah Scazzi e, in caso affermativo, a far pervenire, entro il 4 novembre le proprie osservazioni».

La seconda si svolge a Taranto. Qui il procuratore Franco Sebastio ha aperto un fascicolo per fuga di notizie e ricettazione di atti giudiziari.

La terza è a cura dell'Ordine degli avvocati, che oggi ascolterà i legali coinvolti nella vicenda per capire se abbiamo violato i principi deontologici nella gestione di questo caso.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).