DALL'ITALIA16:17 - 29 ottobre 2010

Caso Ruby, Berlusconi: «Amo la vita e le donne. Non cambio il mio stile di vita»

Il Premier non ha dubbi: dietro il caso di Ruby, la minorenne di origine marocchina che ha raccontato di aver partecipato a festini nella villa di Arcore in compagnia di altre ragazze, «c'è sicuramente una volontà precisa di aggressione». Famiglia Cristiana: «E' un uomo malato»

di staff Style.it
<p>Caso Ruby, Berlusconi: «Amo la vita e le donne. Non cambio il
mio stile di vita»</p>
PHOTO FACEBOOK

«Una balla inventata dai giornali». Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi non ha dubbi: dietro il caso di Ruby, la minorenne di origine marocchina che ha raccontato di aver partecipato assieme ad altre ragazze ai festini organizzati nella villa di Arcore, «c'è sicuramente una volontà precisa di aggressione».

Il Premier ha confermato un suo intervento in favore della ragazza, quando questa si trovava in stato di fermo alla Questura di Milano con l'accusa di furto: «Io l'ho aiutata, ma c'è aiuto e aiuto». Berlusconi ha mandato Nicole Minetti, la sua ex igienista dentale e consigliere della Lombardia, «per dare aiuto a una persona che poteva essere consegnata non ad una comuntà o alle carceri che non è una bella cosa, ma data in affidamento. Avendo un quadro di vita tragico, l'ho aiutata». Per il resto, niente «regali, auto o altro».

Sulle feste organizzate ad Arcore, il Cavaliere smorza i toni: «Sono una persona giocosa, amo la vita e amo le donne. Faccio una vita terribile, che porto avanti con sforzi disumani lavorando fino alle due e mezza di notte. Poi alle due e mezza vado a dormire e mi risveglio alle sette. E se io ogni tanto ho bisogno di una serata distensiva...» ha concluso, «nessuno mi farà cambiare stile di vita».

Intanto  Ruby, pur negando di aver mai avuto incontri sessuali col Premier, ha ammesso di aver ricevuto dei compensi per le sue visite ad Arcore. 5mila euro in contati, che si sospetta usciti dalla cassa familiare storicamente amministrata da un uomo di fiducia di Silvio: Giuseppe Spinelli, anni fa con lui indagato e uscito dai processi su Medusa film e sulla villa di Macherio, e già tra gli amministratori della holding Dolcedrago e dell'immobiliare Idra.

Sul caso interviene anche Famiglia Cristiana. Per il settimanale cattolico il premier è malato. «Qualcosa di incontrollabile anche perché consentito, anzi incoraggiato, dal potere e da enormi disponibilità di denaro». Sugli aiuti confessati da Berlusconi il settimanale si chiede: «Si sa che Berlusconi è un generoso, non lesina su aiuti e ricompense. Ma quale tipo di aiuti, e ricompense per che cosa. Incredibile che un uomo di simile livello e responsabilità non disponga del necessario autocontrollo. E che il suo entourage stia a guardare».

FESTINI: INDAGATI MORA, FEDE E LA MINETTI

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
carmen 74 mesi fa

ma può essere che tutte le minorenni vANNO dietro lui basta silvio berlusconi fa un favore? siamo allo schifo...

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).