DALL'ITALIA15:59 - 30 ottobre 2010

Bari: ferite e lividi su neonata. Tolta alla madre

Una lesione sulla guancia e macchie nere sulle gambe. In queste condizioni è arrivata una bambina di 19 mesi al pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Giovanni XXIII. A portare la piccola, che vive insieme con la mamma al quartiere San Paolo, è stata la nonna paterna

di staff Style.it
<p>Bari: ferite e lividi su neonata. Tolta alla madre</p>

Una lesione sulla guancia e lividi sulle gambe. In queste condizioni è arrivata una bambina di 19 mesi al pronto soccorso dell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. È successo martedì scorso ma la storia è venuta a galla soltanto adesso. A portare la piccola, che vive insieme con la mamma al quartiere San Paolo, è stata la nonna paterna, la stessa che ai medici avrebbe denunciato le violenze compiute sul corpo della bambina da parte della madre. La versione, però, non ha convinto del tutto i medici del reparto di Chirurgia. I sanitari hanno disposto il ricovero della bambina per tutti gli accertamenti e capire l'origine dei lividi e di quella ferita che, secondo quanto raccontato dalla nonna, sarebbe stata provocata da un morso ma che secondo i medici potrebbe trattarsi anche di unghie. Sono intervenuti anche i carabinieri che hanno segnalato immediatamente il caso al tribunale per i minorenni.

Una situazione familiare difficile quella della piccola di un anno e mezzo: mai riconosciuta dal padre, accudita da una madre tossicodipendente e contesa dalla nonna materna. I giudici evono mettere in chiaro tutti gli avvenimenti. Per questo hanno sospeso la patria potestà esercitata dalla madre e hanno affidato la bambina al primario del reparto di chirurgia pediatrica, il dottor Guglielmo Paradies. È lui, con medici ed infermieri della clinica, a fare da tutore alla piccola ormai da quattro giorni. I sanitari si alternano nei turni per sorvegliare la bambina, intanto sono stati avvisati anche i servizi sociali del quartiere.

Della madre per due giorni non c´è stata nessuna traccia: si è presentata al Giovanni XXIII giovedì, ma non si è potuta avvicinare alla figlia per disposizione del giudice.

 

TORNA ALLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).