DALL'ITALIA06:36 - 31 ottobre 2010

Ora legale: latte e riso per combattere il jet lag da cuscino

Questa notte le lancette delll'orologio sono tornate indietro di un'ora. Quindi abbiamo dormito un'ora in più. Ma c'è chi non sopporta questo cambiamento: ha disagi fisici e psichici visto che fa buio «prima». I consigli degli esperti

di staff Style.it
<p>Ora legale: latte e riso per combattere il jet lag da
cuscino</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Questa notte è tornata l'ora legale. Alle tre, le lancette dell'orologio sono state riportate sulle due. Quindi, oggi potete dormire un'ora in più. Ma c'è chi non riesce a sostenere questo cambiamento del bioritmo e soffre di una specie di «jet lag da cuscino». Per combattere questo disagio, gli esperti del Centro di Medicina del sonno del San Raffaele di Milano consigliano di scegliere una dieta speciale ad alto contenuto glucidico, come il riso e la pasta, oppure il latte che contiene triptofano, o anche un piatto di brodo: questi sono alimenti utili per una buona regolazione del ritmo del dormiveglia. Tra i cibi da evitare, almeno la sera, ci sono quelli troppo piccanti o troppo conditi e, in ogni caso, a cena meglio restare leggeri. Molte in ogni caso le persone che non riescono a sopportare con indifferenza l'arrivo del buio, la sera, con un'ora di anticipo rispetto all'ora legale. Anche in questo caso, la dieta suggerita dai medici può essere utile.

Molti scienziati però concordano che riportare gli orologi indietro di un'ora quando sta per iniziare l'inverno faccia male alla salute, provochi sprechi di energia (l'Italia, con l'ora legale durata sette mesi, ha risparmiato 85 milioni di euro) e aumenta l'inquinamento.

Il ritorno all'ora legale, sarà per le ore 2 del 27 marzo 2011.

TORNA ALLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).