DALL'ITALIA09:10 - 02 novembre 2010

Maltempo: Veneto sott'acqua, si teme per un disperso

La situazione più grave in Veneto, dove oggi arriverà il capo della Protezione civile Bertolaso. Nel vicentino si teme per le sortidi un cinquantenne di Caldogno disperso da ieri. Padova in ansia per la piena

di staff Style.it
<p>Maltempo: Veneto sott'acqua, si teme per un disperso</p>
PHOTO LAPRESSE

Ha lasciato dietro di sé una scia di morte e distruzione l'ondata di maltempo che si è abbattuta sull'Italia, in particolare al centro-nord, durante il ponte di Ognissanti. Tre vittime in provincia di Massa Carrara - tra cui un bambino di due anni, Mattia Guadagnucci, e la madre Nera Ricci, travolti da una valanga di fango che ha sepolto la loro abitazione ed estratti abbracciati dai vigili del fuoco - e 2500 sfollati in Veneto, dove le province di Verona, Vicenza e Padova sono letteralmente sommerse dall'acqua: le piogge degli ultimi giorni, copiose e incessanti, hanno infatti provocato l'esondazione del Bacchiglione a Vicenza, dell'Alpone e del Trampigna nel Veronese e del Frassine a Padova, dove oggi si attende con apprensione l'arrivo della piena. Oltre duemila persone hanno trascorso la notte fuori casa. A Vicenza è previsto l'arrivo del capo della Protezione civile Bertolaso. A Caldogno, nel vicentino, continuano le ricerche del cinquantenne sceso in cantina mentre il fiume stava straripando. Si teme per sue sorti.

A Milano sono tracimati i fiumi Lambro e Seveso, mentre nel bresciano, sempre a causa delle forti piogge, si sono verificati smottamenti in Valsabbia e in Valtrompia.

Situazione grave anche in Liguria dove un treno, il regionale 20144 Torino-Ventimiglia, è deragliato a causa di una frana tra Ospedaletti e Bordighera.
Ma fortunatamente soltanto tre, degli oltre venti passeggeri che erano a bordo, sono rimasti feriti in modo lieve.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).