DALL'ITALIA19:32 - 02 novembre 2010

Padova, 83enne prepara lapide: «Vita sessuale sofferta. Non perdono mia moglie»

Una lapide ancora prima di morire con incisione sberleffo per la moglie. E' accaduto nel cimitero di Tombolo, paesino del Padovano. Autore un simpatico 83enne che si è preparato quella che sarà la propria lapide, facendovi incidere la seguente frase:''Vita sessuale sofferta, non perdono Flavia, le sue ceneri non qui''.

di Angelo Sarasi
<p>Padova, 83enne prepara lapide: «Vita sessuale sofferta. Non
perdono mia moglie»</p>

Una lapide ancora prima di morire con incisione sberleffo per la moglie. E' accaduto nel cimitero di Tombolo, paesino del Padovano. Autore un simpatico 83enne che si è preparato quella che sarà la propria lapide, facendovi incidere la seguente frase:''Vita sessuale sofferta, non perdono Flavia, le sue ceneri non qui''.

A raccontare la storia è il Mattino di Padova, con tanto di interviste agli amici che lo descrivono come uomo colto ed estroverso. Sulla lapide avrebbe fatto incidere foto, data di nascita e accanto a quella del suo trapasso ha scritto: ''attendo, o decido io''. L'anziano si è presentato ieri nel camposanto di Tombolo, portando a mano la pesante lapide, che poi ha sistemato in un loculo della tomba di famiglia, per una sepoltura preventiva con ''sgarbo'' coniugale. La moglie, comunque, non potrebbe lamentarsi. E' morta nell'aprile del 2008, a 82 anni, e le sue spoglie erano state cremate.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).