DALL'ITALIA19:24 - 02 novembre 2010

Acerra, uccide il padre per difendere la madre

Un ragazzo di 21 anni, Francesco Buonavolontà, ha ucciso il padre. Al culmine di una lite familiare, il giovane ha colpito l’uomo per quattro volte, al petto, con un coltello da cucina. È ora in stato di fermo con l'accusa di omicidio volontario.

di Greta Privitera
<p>Acerra, uccide il padre per difendere la madre</p>

Tragedia familiare nel Napoletano. Ad Acerra un ragazzo di 21 anni, Francesco Buonavolontà, ha ucciso il padre. Al culmine di una lite familiare, il giovane ha colpito l'uomo per quattro volte, al petto, con un coltello da cucina.

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, ieri la vittima è tornata a casa ubriaco, come spesso avveniva. Ha iniziato a litigare con la moglie in presenza dell'ultimo figlio di soli 15 mesi. Al piano superiore gli altri due figli, che hanno sentito le urla. Sono scesi in cucina e Francesco ha provato a dividere i genitori. È stato allora che, nella concitazione, ha afferrato un coltello e ha colpito il padre, uccidendolo. Poi scappato. Ha nascosto il coltello in un tombino, vicino casa. In seguito si è recato nella piazza Castello, ad Acerra. Lì alcune persone lo hanno riconosciuto, si sono avvicinate. Ed è lì che i carabinieri lo hanno preso. Francesco si è mostrato molto collaborativo anche se in stato confusionale. È ora in stato di fermo con l'accusa di omicidio volontario.

Mauro Buonavolontà era già stato denunciato per maltrattamenti. Secondo i carabinieri, la vittima aveva problemi di alcol e droga. L'uomo non lavorava e la storia della famiglia Buonavolontà era nota ad Acerra. Ieri sera, quando il 21enne è scappato e si è recato in piazza Castello, tanti hanno cercato di sostenerlo. La madre e gli altri suoi figli hanno cercato di negare quanto successo. Poi, le contraddizioni hanno portato alla luce la tragedia familiare. È  stato il 118 ad allertare i carabinieri. In casa, nel pieno centro del comune, c'era solo la mamma anziana della vittima, e il corpo senza vita dell'uomo. Subito dopo sono arrivati la moglie con il piccolo di 17 mesi e l'altro figlio 17enne. Ai carabinieri i componenti della famiglia hanno riferito che l'uomo era stato ferito all'esterno dell'abitazione e che era caduto a terra appena entrato in casa. Poi, gli interrogatori, le versioni discordanti e i sospetti sul giovane, l'unico non presente. Raggiunto in piazza Castello Francesco Buonavolontà sulle prime ha negato un suo coinvolgimento, ma poi è crollato.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).