DALL'ITALIA08:35 - 03 novembre 2010

Elezioni americane: i Repubblicani conquistano la Camera, Obama salvo al Senato

Sconfitta (dura) per Obama, ma non c'è stato il tracollo. E' il responso delle elezioni parlamentari di «midterm» che rinnovano parte di Camera e Senato negli Stati Uniti. I Repubblicani, guidati dallala radicale dei «tea Party» di Sarah Palin (nella foto con Barack) conquistano nettamente la maggioranza nella prima ma non, seppure di poco, al Campidoglio.

di staff Style.it
<p>Elezioni americane: i Repubblicani conquistano la Camera, Obama
salvo al Senato</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Sconfitta (dura) per Obama, ma non c'è stato il tracollo. E' il responso delle elezioni parlamentari di «midterm», che arrivano «a metà mandato» presidenziale, e che rinnovano parte di Camera e Senato negli Stati Uniti. Il risultato? I Democratici di Obama perdono la maggioranza alla Camera non al Senato, seppure di poco.

Il responso arriva dai primi risultati parziali e alle proiezioni delle tv americane. E, anche se non c'è stato il previsto (e sperato) «cappotto», per l'opposizione dei Repubblicani e per il movimento radicale dei «Tea Party», guidato da Sarah Palin, che ha guidato la campagna contro il presidente e il suo partito, è un grande successo. 

A New York intanto il posto di nuovo governatore dovrebbe andare al democratico Andrew Cuomo, figlio di Mario Cuomo, storico Governatore dell'Empire State tra il 1983 e il 1994, che a un certo punto sembrava poter diventar il primo presidente italo-americano degli Stati Uniti.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).