DAI PALAZZI09:06 - 04 novembre 2010

Berlusconi convocato dal Copasir sul tema della sicurezza

Il Copasir, il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, presieduto da Massimo D'Alema, ha convocato il premier Silvio Berlusconi per chiarire alcune questioni relative alla sicurezza nazionale legate agli ultimi fatti di cronaca, tra cui il caso Ruby.

di staff Style.it
<p>Berlusconi convocato dal Copasir sul tema della sicurezza</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Il Copasir, il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, presieduto da Massimo D'Alema, ha convocato il premier Silvio Berlusconi per chiarire alcune questioni relative alla sicurezza nazionale legate agli ultimi fatti di cronaca, tra cui il caso Ruby.

Nonostante sia stata richiesta più volte la sua presenza, Berlusconi non andrà al Copasir. Al suo posto interverrà il sottosegretario Gianni Letta ed eventualmente anche il capo del Dis (Dipartimento informazioni e sicurezza), o il prefetto Gianni De Gennaro; o il numero uno dell'Aisi (agenzia informazioni e sicurezza interna), generale Giorgio Piccirillo.

Tema principale: la sicurezza del presidente del Consiglio che, stando a quanto si apprende dalle ultime notizie di cronaca, potrebbe essere in pericolo dato il numero di persone che si recano nella sua abitazione di Arcone, a Villa Certosa e a palazzo Grazioli e l'uso improprio degli agenti della sicurezza del premier che spesso vengono usati come scorte delle ospiti del presidente, come ha rivelato al Fatto Quotidiano un militare addetto alla sicurezza del presidente. A questo proposito, il leader Idv Antonio Di Pietro ha presentato un'interrogazione parlamentare al ministro della Difesa Ignazio La Russa.

Anche il Pd ha presentato un'interrogazione parlamentare simile attraverso il senatore Paolo Giaretta che chiede spiegazioni al ministro dell'Interno Maroni e al ministro della Difesa La Russa riguardo all'utilizzo da parte del presidente del Consiglio di imbarcazioni dei carabinieri per «sbarcare alcune giovani donne sul molo di villa Certosa in Sardegna».

>>LEGGI IL CASO «RUBY SPIEGATO DA GIORGIO DELL'ARTI»

>>La escort Nadia: sesso a pagamento con Berlusconi

>>Berlusconi: «Meglio essere appassionati di belle ragazze che gay»

>> Caso Ruby, le telefonate del premier. Ma il pm non aveva autorizzato l'affido

TORNA ALLE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).