DALL'ITALIA12:19 - 11 novembre 2010

Milano, morto il tassista picchiato in strada

Inconsolabile la fidanzata Patrizia, che gli è stata accanto giorno e notte e già sognava di poterlo trasferire in una struttura di riabilitazione. Si aggrava la posizione degli aggressori di Massari, in carcere ora responsabili di omicidio.

di staff Style.it
<p>Milano, morto il tassista picchiato in strada</p>
PHOTO LAPRESSE

È morto Luca Massari, il taxista picchiato a Milano per aver investito e ucciso un cane un mese fa e ricoverato al Fatebenefratelli.

Due giorni fa era stato trasferito dal reparto di Rianimazione in Neurochirurgia, perché aveva ripreso a respirare da solo. Tuttavia il quadro neurologico era rimasto invariato. «Il miglioramento che noi tutti aspettiamo», aveva detto il fratello, « un segnale, visivo, vocale, qualsiasi segnale, che per ora non c'è stato. Per adesso ho la sensazione che Luca sia in coma profondo, non vedo sofferenza, non sembra percepire il suo stato. E questa è la cosa buona, ma pensa ad essere intrappolato in un corpo così».

Inconsolabile la fidanzata Patrizia, che gli è stata accanto giorno e notte e già sognava di poterlo trasferire in una struttura di riabilitazione. Si aggrava la posizione degli aggressori di Massari, in carcere ora responsabili di omicidio.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).