DAI PALAZZI09:24 - 24 novembre 2010

Sette italiani su 10 colpiti dal cybercrime

Crescono i crimini informatici. Il business si aggira intorno ai 210 milioni di euro

di staff Style.it
<p>Sette italiani su 10 colpiti dal cybercrime</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Nei primi sei mesi del 2010 quasi 3 mila persone sono state denunciate per hacking dalla Polizia postale in Italia, con 76 arrestati. Altre 475 denunce e 51 arresti hanno riguardato i reati pedopornografici e 69 denunce sono scattate per terrorismo condotto in rete. Sette italiani su dieci (69%) segnalano di aver subito una qualche forma di cybercrimine, il 51% ha scoperto il proprio pc infetto da virus, il 10% è rimasto vittima di truffe online e il 4% ha subito il furto d'identità.


Sono alcuni dei dati diffusi martedì 23 novembre da Symantec, a margine della firma di un protocollo con la Polizia postale per il contrasto dei crimini informatici. Secondo lo studio, il volume di affari del cybercrimine si aggira intorno ai 210 milioni di euro.

Nonostante l'incidenza di questa minaccia, solo la metà della popolazione adulta (il 51%) si dichiara disponibile a modificare il proprio comportamento on line qualora rimanesse vittima di un crimine.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).