DALL'ITALIA10:44 - 25 novembre 2010

Emma Bonino: «Il piacere negato alle donne»

La vicepresidente del Senato promuove, con 42 Paesi del mondo, l'appello per abolire le mutilazioni genitali femminili. In dieci anni, con il suo impegno ha convinto 19 Stati su 28 che le praticavano a proibirle. Ma il cammino è ancora lungo. E passa per l'Assemblea delle Nazioni Unite

di Lavinia Farnese
<p>Emma Bonino: «Il piacere negato alle donne»</p>
PHOTO GETTY IMAGES

«Mai più come Khady». Khady fa di cognome Koita, è una donna di 50 anni, del Senegal. Presiede la rete europea contro le mutilazioni genitali femminili ed è autrice di un libro in cui racconta la sua storia di Mutilata. «Ci privano del piacere per dominarci, ma non del desiderio», scrive. Emma Bonino oggi dice: «Mai più come Khady». Al programma di Fabio Fazio e Roberto Saviano, Vieniviaconme, la vicepresidente del Senato ha letto a quasi 10 milioni di spettatori il suo elenco delle Cose che passano sul corpo delle donne: quelle che «hanno subito mutilazioni genitali», scandisce, «sono nel mondo circa 130 milioni. Ogni anno 3 milioni di bambine».
Per la messa al bando delle infibulazioni, con leader, first lady e premi Nobel di 42 Paesi, promuove un appello diffuso sull'International Herald Tribune. Firmano Clio Napolitano e Rita Levi Montalcini. La Bonino unisce le forze. Stavolta, vuole che questa battaglia «contro una tra le più orribili violazioni dei diritti umani» venga discussa in Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

A che punto siamo?
«A New York sono in corso i negoziati guidati dall'Egitto, e sostenuti dall'Italia. Dopo 10 anni di azione, su 28 Paesi toccati da questa pratica, in 19 sono state varate leggi penali che proibiscono le infibulazioni. Gli altri, per conservare la tradizione, adducono alibi».

Per i flussi migratori, non è più una dimensione così lontana dall'Italia e dall'Europa. L'infibulazione s'importa.

«Le donne violate nel nostro Paese sono moltissime. Per una politica efficace, bisognerebbe ricavare un numero. Anche per questo l'impegno del Parlamento sulla questione è pieno. Con il ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna, nella Giornata sulla violenza contro le donne, il 25 novembre, lanciamo una campagna europea di 16 giorni di mobilitazione sostenuta dall'Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo e Amnesty International. Ha per simbolo petali di rosa tagliati e cuciti, metafora del clitoride mutilato. C'è urgenza che se ne parli, a scuola, negli osservatori degli immigrati, negli ospedali, nei palazzi».

Fermate dieci ragazze, in centro, a Milano, solo due ci hanno saputo abbozzare il significato di «infibulazione».

«Sappiano che l'infibulazione è una delle vergogne della civiltà: il clitoride tagliato via, tagliate via le piccole labbra, in certi casi anche le grandi, la vulva cucita. Negazione del piacere, non del desiderio, per controllo, possesso, esercitato dall'uomo sul corpo femminile. Mai più come Khady. Non dobbiamo più accettarlo, in nessun luogo al mondo».


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Dottore Amore 70 mesi fa

Alla redazione. Il dato di fatto è sempre difficile da digerire, e quante disonestà da duemila anni vengono diffuse. Comunque sono un dottore e la mia non è affatto diffamazione. Aggiornatevi. Ho messo la vostra posta tra l'indesiderata. Buona fortuna! Dottoressa Verità.

Dottore Amore 70 mesi fa

Onorevole, Eminenza, Dottore per favore, comincia a pulire la tua casa prima di avventurarti nella pulizia della casa altrui! “Perfino Gesù, se dobbiamo credere ai suoi preti, evitò completamente l’argomento e non ha lasciato neanche una parola di guida per uomini e donne la cui instancabile preoccupazione, ora come allora, è il cercare di fare l’amore. A causa dell’evidente omissione della sessualità dai suoi insegnamenti, il Messia ha parecchio di cui rispondere - se vogliamo credere ai preti e ai suoi esegeti. La scelta del celibato, fatta dai mistici, è stata una tragedia per l'umanità … “Il nuovo mondo non sarà il mondo della donna – perché ogni pensiero della donna è ancora un pensiero maschile. Il nuovo mondo è dell’Amore.” Estratti dai libri “Fare l’Amore” e “To woman in Love” Barry Long Pia, the Lover

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).