DALLA SOCIETA'11:25 - 30 novembre 2010

Rapporto sugli adolescenti: internet supera la tv

Il 67% ha un profilo su Facebook. I ragazzi più attenti alle diete. In calo bullismo sale il consumo di cannabis ed alcolici. Lo riporta un'indagine sugli studenti delle scuole medie

di Sara Tieni
<p>Rapporto sugli adolescenti: internet supera la tv</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Dei veri propri addicted della rete che preferiscono internet alla televisione. E' questo il ritratto degli adolescenti che emerge dall'ultima immagine della Società italiana di pediatria (Sip) effettuata su un campione di 1.300 studenti delle scuole medie inferiori di età compresa tra i 12 e i 14 anni.

Il 17,2% degli intervistati trascorrono nella rete più di tre ore al giorno contro il 15,3% (contro il 22% dello scorso anno) che preferisce passare lo stesso tempo davanti alla tv. A catalizzare l'attenzione dei ragazzi è Facebook che batte sia Messanger che i blog. Oltre il 67% degli studenti intervistati ha infatti un profilo sul social network, quasi il doppio dell'anno precedente.

Ma se YouTube e le chat acquistano terreno, gli studenti usano sempre meno la rete per cercare informazioni utili allo studio.

Dall'indagine del Sip emerge anche una maggior attenzione dei giovani per le diete: il 22% di loro ne ha già fatta una. Diminuisce il tasso di consumo di alcolici  ma rimane alto quello della birra e si impenna sensibilmente quello di canne: il 9% dice di aver provato almeno una volta la droga contro l'8% dello scorso anno.

Sul fronte dei rapporti sociali il bullismo perde terreno ma la famiglia perde in autorevolezza. L'indagine boccia infatti  le famiglie che avrebbero perso in autorevolezza: i ragazzi vorrebbero i genitori più influenti su look, sport da praticare e scuole da frequentare.

VAI ALLA PAGINA DI NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).