DALL'ITALIA16:09 - 06 novembre 2010

Pompei, crolla la casa dei gladiatori

L'edificio risalente al 79 d.C. è un cumulo di macerie. Forse il cedimento a causa di un'infiltrazione d'acqua. Grave il danno al sito archeologico che da tempo, denunciano gli amministratori locali, versa in condizioni di degrado

di staff Style.it
<p>Pompei, crolla la casa dei gladiatori</p>

Forse a causa di infiltrazioni d'acqua, o forse è un cedimento strutturale delle mure risalenti al 79 dopo Cristo che non sono state puntellate e restaurate a dovere. La Domus dei Gladiatori, uno dei capolavori del sito di Pompei, si è sbriciolata. Una danno gravissimo al patrimonio archeologico italiano.

L'intera Schola Armaturarum Iuventutis Pompeianae, un edificio risalente agli ultimi anni di vita della città romana prima che l'eruzione la seppellisse è ora ridotto a un cumulo di macerie. Il crollo è avvenuto intorno alle ore 6 e ora l'area al momento è transennata e non è possibile accedere. Si trattava di una di quei luoghi di Pompei visibili solo dall'esterno, ma che conteneva pitture e sculture di pregio come trofei di armi, foglie di palma, vittorie alate, candelabri con aquila e globi.

Le condizioni di degrado in cui versano gli scavi di Pompei sono da tempo oggetto di diverse denunce degli amministratori locali.

Secondo il sindaco di Pompei, Claudio D'Alessio, il cedimento dell'edificio è un crollo annunciato: «Succede quando non c'è la dovuta attenzione e cura» per un patrimonio secolare che andrebbe «preservato da ogni tipo di sollecitazione, anche atmosferica. C'è il dispiacere tipico di una comunità - ha sottolineato D'Alessio - di un territorio su cui vi è il museo all'aperto più grande del mondo e che purtroppo viene trascurato»


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Fabio 73 mesi fa

prima di scrivere cose non veritiere bisogna controllare, certo che da sinistra bisogna aprofittare di tutto per criticare il governo. Allora dovete sapere che a Pompei non è crollato niente di storico se non una tettoia in cemento armato scandalosa, realizzatada tecnici che non conoscono il loro mestiere, pertanto la natura ci ha reso un servizio. Se responsabilità ci sono bisognerebbe dire la verità, e cioè che chi lavora a pompei regolarmente stipendiato si guarda bene da sporcarsi le mani per fare qualche lavoretto di mantenimento. Licenziateli

tonino.b 73 mesi fa

se non erro è stata la casa di Spartaco, uno dei più famosi rivoltosi verso le istituzioni corrotte e schiaviste. non doveva essere trascurata. doveva essere un simbolo anche per questo.

ale 73 mesi fa

http://www.orabloggo.it/?p=1915

jupiter 73 mesi fa

L ITALIA CROLLA! CROLLA IL SUO PASSATO ,CROLLA IL SUO PRESENTE, CROLLERà ANCHE IL SUO FUTURO???

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).