DAI PALAZZI15:02 - 08 dicembre 2010

Cile, carcere in fiamme: 81 morti

Un incendio divampato nel carcere San Miguel di Santiago del Cile ha provocato la morte di almeno 81 persone e il ricovero in ospedale di altre 19

di staff Style.it

Un incendio divampato nel carcere San Miguel di Santiago del Cile ha provocato la morte di almeno 81 persone e il ricovero in ospedale di altre 19. Quattordici di loro sarebbero in pericolo di vita per la gravità delle ustioni riportate.

L'incendio è scoppiato alle 6 del mattino dell'8 dicembre (le 10 in Italia) nel terzo piano di uno degli edifici del complesso carcerario.

Secondo le prime ricostruzioni il rogo sarebbe scoppiato in seguito a una rissa tra i detenuti. La televisione cilena sottolinea che il bilancio potrebbe aggravarsi, mentre alcuni testimoni oculari hanno inoltre denunciato che la polizia non ha consentito ai pompieri di entrare subito nella struttura.

Gli stessi vigili del fuoco denunciano di essere stati chiamati solo due ore dopo che l'incendio era divampato.

Il carcere di San Miguel è sovraffollato: vi si trovavano oggi 1.900 detenuti, mentre era stato progettato per ospitarne 700. Al momento circa 200 prigionieri sono stati trasferiti nel campo sportivo del carcere controllati dalle guardie per evitare fughe.

«Ancora non abbiamo l'identità dei morti», ha riferito Jaime Concha, uno degli ufficiali dei Carabineros che si trovano nel carcere.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).