DALL'ITALIA17:01 - 08 dicembre 2010

Yara, si riparte dai testimoni

Oltre ad Enrico un altro passante avrebbe visto la ragazzina parlare con due uomini su una macchina rossa. Risentita anche la famiglia

di staff Style.it
<p>Yara, si riparte dai testimoni</p>
PHOTO LAPRESSE

Le ricerche di Yara ripartono dai testimoni e dalla vita delle tredicenne di Brembate di sopra. Da Enrico Tironi il ragazzo di 19 anni, apprendista carpentiere nell'officina del padre che per primo (salvo poi ritrattare tutto) aveva parlato di una Citroen rossa e di due uomini «uno più alto di me e l'altro meno» che avrebbero abbordato Yara e l'avrebbero fatta salire.

E da un altro testimone, spuntato dal nulla quasi dieci giorni dopo la scomparsa, che dice quasi esattamente le stesse cose di Enrico, spostando la scena solo di qualche centinaio di metri più avanti. Racconta di aver visto Yara e quei due uomini proprio davanti al Palazzetto dello sport, proprio intorno alle 18.45 di venerdì 26 novembre. Una concordanza agghiacciante.

Il pm Enrico Ruggeri potrebbe riascoltare Enrico e forse, dopo di lui, anche il nuovo testimone. Intanto tornano in procura i genitori di Yara chiamati a fare un quadro della rete di amicizie e di contatti -a scuola, in palestra, in paese- della ragazzina. Le indagini ripartono proprio dall'entourage di Yara dalle persone , dal suo profilo psicologico.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).