DALL'ITALIA18:44 - 20 ottobre 2010

Rai, Garimberti a Saviano: «Io garante della vostra libertà»

Il presidente della Rai tranquilizza lo scrittore sulla messa in onda del programma «Vieni via con me»: «Io sulla libertà non tratto - scrive in una lettera - E di questa libertà mi faccio garante»

di staff Style.it
<p>Rai, Garimberti a Saviano: «Io garante della vostra libertà»</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Il presidente della Rai, Paolo Garimberti, tranquillizza Roberto Saviano sulla messa in onda del programma «Vieni via con me», il cui debuto è previsto il prossimo 8 novembre su Raitre.

«Io sulla libertà non tratto - scrive in una lettera aperta Garimberti - Di questa libertà mi faccio garante e per questo confido che, superati i problemi, Lei e Fabio Fazio saprete liberamente confezionare un programma di qualità rispettoso dei principi cardine del Servizio Pubblico che sono, tra gli altri, imparzialità, pluralismo e rispetto della persona».

«È chiaro a tutti, perchè è scritto nella legge e nello statuto Rai, che nè il presidente nè i consiglieri di amministrazione - afferma ancora Garimberti - possono intervenire direttamente nella gestione operativa dell'azienda che è demandata al direttore generale. Ma di questa tendenza al ritardo, di questo andazzo, ho già parlato in Cda perchè finisce per generare polemiche a lettura politica che ci fanno finire sui giornali e danneggiano l'immagine della Rai. Quando non rischia addirittura di incidere economicamente».

Nel frattempo Roberto Saviano sarà ospite nella serata di giovedì ad Annozero, il programma di approfondimento condotto da Michele Santoro. Tema della puntata, intitolata «Il sasso in bocca»  sarà l'informazione, alla luce delle recenti polemiche riguardanti alcuni programmi Rai. 

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).