DALL'ITALIA19:42 - 21 ottobre 2010

Dall'Agcom diffida al Tg1: «forte squilibrio a favore del governo»

Richiamo al Tg4 e a Studio Aperto. E l'Autorità: «Se tale situazione perdura, adotteremo ulteriori provvedimenti»

di staff Style.it

«Forte squilibrio» a favore della maggioranza e del governo. È questa la motivazione con cui la commissione servizi e prodotti dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni  ha impartito una diffida al Tg1 e un richiamo al Tg4 e a Studio Aperto. La decisione si fonda sull'analisi del monitoraggio sul pluralismo dell'informazione nel periodo luglio-agosto-settembre 2010. «Qualora tale squilibrio perdurasse», avverte l'Agcom, «verranno adottati ulteriori provvedimenti».

La pronuncia dell'Agcom arriva dopo le ripetute accuse al tg diretto da Minzolini sia da parte dell'opposizione, sia da parte dei finiani.

Piccata la replica di Fede: «Dopo 50 anni di giornalismo ai miei livelli non c'è agenzia che mi possa venire a dire come devo fare il mio mestiere. Rispondo alla mia coscienza non a quella di Agcom, che è un parlamentino politico dove prevalgono anche scelte ideologiche».

Il consigliere d'amministrazione della Rai Nino Rizzo Nervo, ironizza: «Potrei con una battuta dire che l'allievo ha superato il maestro visto che il Tg1 ha ricevuto dall'Agcom una "diffida" e il Tg4 solo un "richiamo", ma la decisione adottata dall'Autorità per le comunicazioni deve essere presa molto sul serio perchè conferma quanto ho più volte denunciato in consiglio di amministrazione senza ottenere alcun riscontro da parte del direttore generale».

TORNA ALLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).