DAL MONDO08:29 - 21 ottobre 2010

Direttiva europea: due settimane di congedo ai neopapà

I padri potranno restare a casa due settimane con il figlio neonato, senza dover chiedere permessi speciali e con lo stipendio pieno. Il Parlamento europeo, con il primo voto di ieri (390 voti a favore e 192 contrari) porta una novità per molti Paesi, come l’Italia

di staff Style.it
<p>Direttiva europea: due settimane di congedo ai neopapà</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

I papà potranno restare a casa due settimane con il figlio neonato, senza dover chiedere permessi speciali e con lo stipendio pieno. Il Parlamento europeo, con il primo voto di ieri (390 voti a favore e 192 contrari), dimostra di volere  che i padri  abbiano pieno diritto al congedo alla nascita di un bambino.  Una novità per molti Paesi, e anche per l'Italia. Le donne potranno vivere la maternità con venti settimane a retribuzione piena: in Italia, le settimane per le mamme sono 25. Ma la soglia delle 20 settimane è un miglioramento per altri Paesi come la Germania. È una decisione ambiziosa e non sarà facile trovare un compromesso con i governi, ha det to la commissaria per i Diritti personali Vivienne Reding. Gli Stati, in effetti, resteranno liberi di varare o mantenere le scelte più favorevoli alle lavoratrici di quelle previste dalle direttive europee.

Nel testo approvato, è proibito licenziare le donne all'inizio della gravidanza fino almeno al sesto mese dopo la fine del congedo di maternità. E si afferma  che le lavoratrici debbano tornare all'impiego precedente la gravidanza o a un posto equivalente, con la stessa retribuzione.

 

DUE SETTIMANE DI CONGEDO PER I PAPA': SONO SUFFICIENTI? TU CHE COSA NE PENSI?

 

TORNA ALLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
clara 70 mesi fa

la mia è piu una domanda che un commento è gia in vigore?

aurora 71 mesi fa

va bene come inizio, bisognerebbe pero' raggiungere il livello di alcuni altri paesi europei cme quelli scandinavi, l'Inghilterra , l'Irlanda e la Germania dove ci sono delle leggi che aiutano sia finanziariamente che socialmente le giovani coppie a continuare a lavorare mantenendo uno stile di vita adeguato .Il che, quando c sono gli aiuti giusti invoglia la gente a fare piu' figli, non gravando sul bilancio nazionale, ma entrando a far parte di un sistema piu' conciliante per le famiglie. Un sacco di madri italiane magari laureate stanno a casa dopo la nascita del 2ndo 0 3rzo figlio. Con tutta probabilita' e'uno spreco per la nostra societa' che necessita' di menti preparate.

Debs 71 mesi fa

Due settimane sono già un passo avanti. Bisognerebbe comunque organizzare il nostro sistema lavorativo in modo più conciliante rispetto alla vita familiare, senza nulla togliere alla produzione e alla produttività (che forse verrebbe anche aumentata).

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).