DALL'ITALIA14:47 - 21 ottobre 2010

Milano, le ballerine erano escort: in manette i titolari di due night

Le ragazze, assunte come «figuranti di sala», si trasformavano in escort al servizio di clienti molto facoltosi. Tra i frequentatori anche qualche personaggio pubblico, tra cui un noto calciatore

di staff Style.it
<p>Milano, le ballerine erano escort: in manette i titolari di due
night</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Questa mattina sono finiti in manette quattro italiani, titolari e collaboratori di due noti «night clubs» di Milano in cui veniva favorita e sfruttata la prostituzione delle dipendenti: il «Pussycat» di via Gonzaga e il «Dolcevita» in via Turati.

Le ragazze, una quindicina, tutte provenienti dall'est europeo erano state assunte ufficialmente come «figuranti di sala». Fino a un certo punto della serata erano ballerine e intrattenitrici. Dopo, si trasformavano in escort, al servizio di clienti molto facoltosi.

Gli uomini arrestati, secondo l'accusa, erano perfetamente consapevoli dell'attività extra delle ragazze. A volte bastava una telefonata per prenotarne una. I clienti pagavano tra i 500 e i 600 euro direttamente al cameriere o al direttore di sala. Quindi uscivano assieme alle accompagnatrici, andando a rifugiarsi in uno dei tanti alberghi della città.

Tra di loro c'erano molti imprenditori, soprattutto arabi e svizzeri, e anche qualche personaggio pubblico, tra cui un noto calciatore.

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).