DALL'ITALIA16:06 - 22 ottobre 2010

Pigro un italiano su tre

La ricerca: uno su tre conduce una vita sedentaria, il 37% fa una moderata attività fisica (al di sotto comunque della periodicità consigliata) e solo il 33% fa sufficiente movimento. La Regione più pigra? La Basilicata, seguita da Abruzzo, Campania e Sicilia

di staff Style.it
<p>Pigro un italiano su tre</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Un italiano su tre conduce una vita sedentaria, il 37% fa una moderata attività fisica (al di sotto comunque della periodicità consigliata) e solo il 33% fa sufficiente movimento.

La fotografia è scattata dal rapporto dell'osservatorio Passi (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia) dell'Istituto Superiore di Sanità.

Dalla ricerca emerge che la «pigrizia» degli italiani è legata anche alla condizione sociale (le persone con un reddito più basso sono quelle che fanno meno movimento) e al titolo di studio. Il 39% dei sedentari non ha infatti un titolo significativo; al contrario, tra i laureati la percentuale di pigri scende al 25%.

I più svogliati hanno un età compresa tra i 50 e i 69 anni (in questa fascia d'età si colloca 1 sedentario su 3) e sono residenti soprattutto al Sud. La classifica delle Regioni più pigre è guidata infatti dalla Basilicata (il 47% dei residenti non fa attività fisica), seguita da Abruzzo (45%), Campania (43%) e Sicilia (41%).

VAI ALLA PAGINA DELLE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).