DAL MONDO17:15 - 02 giugno 2010

In Guatemala si splanca la porta dell'inferno

Gigantesca voragine larga una ventina di metri e profonda almeno un centinaio nel centro della città

di Giulia Pacchioli
<p>In Guatemala si splanca la porta dell'inferno</p>

Agatha, l'uragano che ha ucciso almeno 150 persone in Guatemala nei giorni scorsi, ha spalancato la «Porta dell'Inferno». Così è stata chiamata la voragine larga una ventina di metri e profonda almeno un centinaio che si è aperta nel centro della città e che da mercoledì mattina sta facendo il giro del mondo.


Non si tratta di un falso - come in molti hanno sospettato un primo momento - e non solo perché le le immagini sono state pubblicate sul profilo Flickr del Governo del Guatemala e dall'AFP, ma soprattutto perché guardando attentamente nella si vedono le tubature e i cavi dei collegamenti elettrici delle case.


Una meticolosa ricerca del blog "Il Disinformatico", che indaga su bufale scientifiche al limite tra il naturale e il paranormale, segnala che il Guatemala è abituato ad assistere impotente a fenomeni come questo. Il terreno carsico sul quale è fondata Guatemala City è già franato nel 2007: anche in quell'occasione la terra inghiottì strade, palazzi e persone.

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).