DAL MONDO09:04 - 05 giugno 2010

La Marina israeliana ferma la nave di attivisti filo-palestinesi

Al momento non ci sono scontri, né feriti

di staff Style.it
<p>La Marina israeliana ferma la nave di attivisti
filo-palestinesi</p>
PHOTO GETTY IMAGES

E' durata sei ora la sfida tra la Marina israeliana e la nave irlandese di attivisti filo-palestines  Rachel Corrie. A metà mattina i soldati israeliani hanno abbordato l'imbarcazione senza scontri. Lo ha riferito un portavoce delle forze israeliane. L'abbordaggio, secondo la tv israeliana Canale 2, è stato "pacifico" e la nave èstata dirottata verso il porto israeliano di Ashdod. La nave "è passata sotto il controllo" delle forze israeliane, ha confermato un portavoce militare. A bordo della Rachel Corrie ci sono 19 attivisti.

Anche gli attivisti di Free Gaza hanno confermato sul profilo Twitter dell'organizzazione che l'abbordaggio della nave Rachel Corrie da parte della marina israeliana è avvenuto via mare, senza l'uso di elicotteri, e senza nessuna violenza.

I soldati sono giunti sulla nave via mare su piccole imbarcazioni e non si sono calati dagli elicotteri come è avvenuto lunedì sulla nave turca Mavi Marmara, dove sono morte nove persone.

L'esercito isareliano aveva fatto sapere che malgrado i ripetuti messaggi via radio, gli attivisti sulla nave avevano "scelto d'ignorare l'invito ad attraccare al porto di Ashdod dove il suo carico potrà essere scaricato e inviato a gaza dopo essere stato ispezionato".

LEGGI LE ALTRE NEWS

IL RACCONTO DEL PRIMO BLITZ DI GIORGIO DELL'ARTI

LEGGI IL BLOG DI MANUELA DVIRI


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).