DALL'ITALIA17:14 - 07 giugno 2010

Ue, statali in pensione a 65 anni (e dal 2012)

Braccio di ferro Italia-Unione Europea

di Lavinia Farnese
<p>Ue, statali in pensione a 65 anni (e dal 2012)</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Si preannunciano tempi duri per le statali. Il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, sperava oggi di tornare da Lussemburgo (dove ha incontrato la commissaria alla giustizia e diritti civili Viviane Reding), con un compromesso che non scontentasse le lavoratrici pubbliche, da qualche giorno costrette a combattere contro lo spettro di uno slittamento della loro età pensionabile a 65 anni, come quella degli uomini.

E invece l'Unione Europea, che il 3 giugno scorso aveva già giudicato inammissibile un adeguamento da raggiungere entro il 2018, ha ribadito: «L'Italia deve applicare la sentenza della Corte di Giustizia Ue sull'equiparazione dell'età pensionabile di donne e uomini del pubblico impiego a 65 anni entro il 2012».

A margine di trattativa nullo con la Commissione Europea, il ministro Sacconi ha annunciato: «Decideremo giovedì in Consiglio dei Ministri cosa fare». Con ogni probabilità, l'innalzamento dell'età pensionabile delle donne dal primo gennaio 2012, entrerà nella manovra economica.

Le dipendenti interessate sono circa 30 mila. E un'infrazione del nostro governo alle direttive Ue, potrebbe costare all'Italia «714 mila euro per ogni giorno di ritardo nell'adeguamento».

LEGGI LE ALTRE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).