DAI PALAZZI17:17 - 09 giugno 2010

Sexsomnia: chi fa l'amore da sonnambulo

Lo studio dello Sleep Research Laboratory, dipartimento di psichiatria presso la University Health Network di Toronto, in Canada

di Lavinia Farnese
<p>Sexsomnia: chi fa l'amore da sonnambulo</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

La chiamano «sexsomnia», perché è un disturbo che c'entra col sesso e col sonno: ci si addormenta e si sente prepotentemente il bisogno di un contatto col proprio compagno o con la propria compagna. Le persone che ne sono affette, in pratica, fanno l'amore da sonnambuli. E spesso al mattino non se ne ricordano.

Lo Sleep Research Laboratory, dipartimento di psichiatria presso la University Health Network di Toronto, in Canada, ha studiato il fenomeno. Scoprendo che quasi l'8% dei pazienti di una clinica del sonno soffre di questo disturbo: 63 persone su 832 (di cui 428 uomini e 404 donne). Tra loro, molti consumatori di droga.

La «sexsomnia» colpisce gli uomini tre volte di più delle donne. Tra gli affetti, solo 4 hanno trovato la voglia e il coraggio di parlarne con un medico specialista, come non fosse un fastidio di cui preoccuparsi. Il disturbo, invece, rientra nei disturbi del sonno classificati nel 2005 dalla American Academy of Sleep Medicine. Può comparire all'improvviso ed è caratterizzato da risvegli confusionali e episodi di sonnambulismo.

«Il nostro dato dell'8% sembra elevato» spiega Sharon Chung, che ha partecipato alla ricerca. «Ma abbiamo studiato il disturbo in soggetti che già soffrono di altre malattie del sonno. C'è da aspettarsi quindi che nella popolazione in generale la percentuale sia molto più bassa».

CHE COSA NE PENSATE? COMMENTA

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).