DAL MONDO09:45 - 09 giugno 2010

Stati Uniti, maxi risarcimento ai nativi d'America

Dopo centotrenta anni dall'esproprio di terreni, ai pellerossa sarà resa giustizia

di staff Style.it
<p>Stati Uniti, maxi risarcimento ai nativi d'America</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Gli Indiani d'America avranno giustizia dopo centotrenta anni. Il Congresso degli Stati Uniti sta per approvare un provvedimento che prevede il maxirisarcimento di 3,4 miliardi di dollari per la confisca illegale di terreni avvenuta nel 1880. In quell'anno, il governo americano, sotto la presidenza di Rutherford B. Hayes, decide di iniziare una sistematica opera di smembramento delle terre, oltre 40 milioni di ettari in tutto il Paese, dove per secoli avevano vissuto le tribù della Grande Nazione.

Il governo degli Stati Uniti, non ritenendo gli indiani in grado di saper gestire le risorse dei propri territori, si era arrogato ogni diritto sulle loro terre, riservandosi ogni diritto di gestione e di sfruttamento delle risorse minerarie, energetiche e naturali, ma anche delle attività imprenditoriali, dando in cambio un compenso, talvolta misero.

La crociata in difesa dei pellerossa dura da anni, ma finora non era stato ancora ottenuto un risultato. Con la nuova amministrazione Obama, i ministri della Giustizia, Eric Holder, e dell'Interno, Ken Salazar, si muovono in questo senso e a dicembre si era giunti all'accordo sui 3,4 miliardi di dollari: 1,4 miliardi dovevano essere distribuiti agli indiani con assegni da 500 a 1500 dollari, due miliardi servivano per l'acquisto delle terre dagli indiani stessi ai quali nel frattempo dovevano essere restituite. Ma proprio quando la Camera ha votato il provvedimento, il giudice che seguiva il procedimento ha annunciato le dimissioni. Sarà quindi il successore Thomas Hogan a sovrintendere, in caso di approvazione del Senato, la maxiudienza finale, quella che dovrebbe sancire il varo della manovra.

CHE COSA NE PENSI DELLA DECISIONE? COMMENTA

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

Penso che era ora che si facesse un po' di giustizia. Per secoli i Nativi d'America sono stati perseguitati, traditi, ingannati e offesi. Non sarà mai abbastanza quello che sarà fatto per loro, anche pensando alle condizioni di vita nelle quali oggi si trovano costretti, ed all'immenso patrimonio culturale che, invece di cercare di comprendere, si è voluto distruggere. Piero Benedetti - Prato

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).