DAL MONDO11:46 - 01 giugno 2010

Cina, addio «Compagno» si torna a «Signore»

In Cina si ripensa all'utilizzo della parola compagno

di Greta Privitera
<p>Cina, addio «Compagno» si torna a «Signore»</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Non chiamatevi più «compagni». La Beijing Public Transportation Holding, ossia la compagnia pubblica che gestisce i trasporti della capitale Cinese, ha invitato i suoi dipendenti ad abbandonare l'appellativo «compagno» e a rivolgersi ai propri clienti chiamandoli «signore» o «signora».

Questo è quello che riferisce il China Youth Daily di Pechino. La Cina comunista assomiglia sempre di più all'Occidente liberale e sta per abolire una delle parole d'ordine storiche: tongzhi, «compagno» appunto. Unica eccezione alla nuova norma sono i giovani che, secondo la circolare, possono essere chiamati «studente» o «studentessa». Impostosi nel Paese dopo la rivoluzione comunista del 1949, l'appellativo «compagno», recita il documento, «non è più indicato per rivolgersi al pubblico».

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).