DALL'ITALIA10:42 - 01 giugno 2010

Formigoni: 250 euro al mese alle donne per non abortire

La proposta del presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni

di Lavinia Farnese
<p>Formigoni: 250 euro al mese alle donne per non abortire</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni prova a convincere le mamme in crisi a non abortire. Lo fa promettendo di aiutarle, se avranno il coraggio di portare avanti la gravidanza, con un assegno da 250 euro ogni mese per 18 mesi: un bonus da 4500 euro l'anno.

Finora, è solo un provvedimento sperimentale, approvato dalla giunta, che ha stanziato cinque milioni per la creazione di un fondo da cui attingere, perché «nessuna donna abortisca a causa delle difficoltà economiche», ha detto il governatore.

Funzionerà così: quando una donna incinta e in difficoltà presenterà in ospedale richiesta d'aborto, e la giustificherà con problemi economici, sarà messa in contatto col Cav, il Centro di aiuto per la vita. Lì, potrà valutare le opportunità di sostegno. Si avvierà un «progetto personalizzato», sottoscritto anche dalla donna.

Il contributo, potrà essere utilizzato per acquistare beni di necessità o servizi sia per la madre che per il bambino. Peccato solo che, facendo un veloce calcolo, le donne che potranno diventare madri grazie all'aiuto della Regione saranno (solo) 1100.

- Secondo te può servire questa iniziativa? Commenta

> Inghilterra, il primo spot pro-aborto

> Oklahoma, costrette a vedere il feto prima di abortire

> Storie di madri adolescenti

LE ALTRE NEWS


Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
marta 75 mesi fa

senza parole.. impossibile da commentare un gesto così assurdo

BiancaLatte 75 mesi fa

Spero che, se questa iniziativa dovesse prendere vita ,ci saranno dei controlli mirati sulla reale situazione economica della futura mamma basandosi sui redditi del nucleo familiare, un po' come l'erogazione degli assegni familiari da parte dell'INPS, altrimenti credo che ben poche donne realmente in difficoltà potranno essere aiutate...detto questo mi sembra una bella iniziativa. Di questi tempi crescere un figlio ti mette davanti a costi esorbitanti fin dalla gestazione, esami, occorrente per la gravidanza e per il parto, poi il mantenimento del bimbo, fino ad asili nido e necessità varie...un aiuto, seppur solo per un anno e mezzo è sicuramente gradito, soprattutto se in gioco c'è la vita da preservare.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).