DALL'ITALIA10:10 - 10 giugno 2010

San Vittore: scambio di due detenuti cinesi. E in aula arriva l'imputato sbagliato

San Vittore: scambio di due detenuti cinesi. E in aula arriva l'imputato sbagliato

di Sara Tieni
<p>San Vittore: scambio di due detenuti cinesi. E in aula arriva
l'imputato sbagliato</p>

Un detenuto cinese stava per essere processato per un reato non suo. Lo riporta Repubblica. Il fatto è successo nel carcere milanese di San Vittore.

L'imputato Xiao Ming Chen è stato portato davanti ai giudici dell'ottava sezione penale con l'accusa di associazione dedita alle estorsioni e al gioco d'azzardo, al posto del connazionale Quan Cheng.

A causa dell'equivoco, il processo è slittato di circa un'ora e mezza in modo da consentire agli agenti di polizia penitenziaria di sistemare le cose. L'errore si è verificato nonostante nell'ordine di traduzione del detenuto vengano indicate le generalità e vi sia una foto di riconoscimento.

I due carcerati, nonostante una certa similitudine nel cognome («Cheng» e «Chen»), non si somigliano affatto: uno è basso e robusto e porta gli occhiali, l'altro è magro e senza occhiali.

Dopo la sospensione, il processo a carico di 17 cinesi, la cosidetta «banda bresciana» accusata di associazione per delinquere, tentati omicidi, estorsioni, lesioni e giochi d'azzardo, è ripreso regolarmente.


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).