DAI PALAZZI08:57 - 11 giugno 2010

Caso Claps, sui reperti non c'è il Dna di Restivo

Secondo fonti vicine alle indagini, però, i controlli proseguiranno perché non ancora conclusi in ogni dettaglio

di staff Style.it
<p>Caso Claps, sui reperti non c'è il Dna di Restivo</p>

Non c'e' il Dna di Danilo Restivo sui reperti rinvenuti sottotetto dove fu trovato il corpo di Elisa Claps in base agli esami finora compiuti.

Dagli accertamenti sui numerosissimi reperti recuperati nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità di Potenza, dove il 17 marzo scorso venne scoperto il corpo della ragazza, non è finora emerso il Dna di Danilo Restivo, di 38 anni, detenuto in Inghilterra e accusato dalla magistratura di Salerno di essere il responsabile del delitto.

Secondo fonti vicine alle indagini, però, i controlli proseguiranno perché non ancora conclusi in ogni dettaglio. I periti chiederanno una proroga e fanno comunque notare che il non ritrovamento del profilo genetico di Restivo, 38 anni, non modifica la posizione dell'indagato,  restando a suo carico «gravi, precisi e concordanti indizi di colpevolezza in ordine all'omicidio di Elisa Claps».

Tra i reperti all'esame dei consulenti ci sono gli occhiali di Elisa, un suo braccialetto, un orologio e parte degli indumenti trovati addosso al cadavere mummificato, un'ascia arrugginita e una tuta da lavoro, oltre ad altro materiale «raccolto» nel sottotetto della Chiesa.

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
BENIAMINO 78 mesi fa

Si deve intagare sul magistrato che non ha permesso ai poliziotti di sequestrare gli indumenti sporchi di sangue cosi come è stato dichiarato dal poliziotto prima di eseguire la perquisizione.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).