DALL'ITALIA11:46 - 13 giugno 2010

Per farlo smettere di giocare ai videogame, arrivano i carabinieri

La mamma di un 13enne genovese chiede l'intervento delle forze dell'ordine

di staff Style.it
<p>Per farlo smettere di giocare ai videogame, arrivano i
carabinieri</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Per non smettere di giocare ai videogiochi si rifiutava di mangiare e andare a scuola. Così, la madre di un ragazzo di 13 anni  genovese, impotente di fronte ai rifiuti del figlio, ha deciso di chiamare i carabinieri. I militari sono intervenuti e hanno ritirato la consolle del gioco. Il ragazzo era ormai ossessionato il figlio da 'Wargames on linè, un gioco di guerra peraltro riservato ai maggiorenni.

In pochi giorni il bambino si è appassionato al punto da rinunciare al pranzo e arrivare a saltare la scuola. Inutili i rimproveri della madre, una donna di 40 anni, che di fronte alle reazioni sempre più impulsive e nervose ed a tratti violente del giovane ha deciso di chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. Ieri, i carabinieri, in accordo con i genitori, hanno ritirato la consolle ed alcuni videogiochi.

 

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).