DALL'ITALIA14:52 - 21 giugno 2010

Basta piogge: arriva l'estate. Parola di esperto.

Basta piogge: arriva l'estate. Parola di esperto

di Sara Tieni
<p>Basta piogge: arriva l'estate. Parola di esperto.</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Da oggi, con il solstizio d'estate, dovrebbe iniziare ufficialmente la bella stagione. Eppure il cattivo tempo ci ha colpito anche questo weekend, facendo temere per le nostre vacanze. Come andrà? Lo abbiamo chiesto a Paolo Corazzon, metereologo del Centro Epson Meteo e collaboratore del programma condotto da Barbara D'Urso su Canale 5 A gentile Richiesta.

Ormai siamo al solstizio d'estate: come mai tutta questa pioggia?
«Ormai da anni è in atto un cambiamsento progressivo del clima.dovuto al «global warming», ovvero il riscaldamento della terra. E' un dato oggettivo: non dobbiamo guardare soltanto alla nostra situazione locale e il fatto che abbiamo avuto un inverno e una primavera molto piovosi. Basti pensare che a gennaio ci sono state le Olimpiadi invernali di Vancouver e, in Canada, c'era poca neve a causa dei 15° a gennaio».

 

Come si è manifestato in Italia il «global warming»?

«Con temporali particolarmente forti e  trombe d'aria e cambi repentini di calore. Il week end appena trascorso ne è un esempio lampante: in due giorni è caduta talmente tanta pioggia che potrebbe bastare per i prossimi sei mesi».

Come saranno le previsioni per quest'estate?
«Fino a fine giugno vedremo ancora l'alternanza di periodi di sole ad acquazzoni violenti. Il peggio però è passato: secondo le proiezioni, luglio e agosto saranno mesi buoni per l'Italia e per il Mediterraneo in generale. Solo al nord, saranno possibili dei rovesci brevi, ma particolarmente intensi».

Il buco nell'ozono si sta veramente richiudendo?
«Sì, ma questo non porta tanto delle conseguenze sul clima, quanto su una riduzione dei raggi uva, e quindi delle malattie della pelle».

Il Governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, si è lamentato per le previsioni errate in Tv: farebbero scappare i turisti e ha chiesto il «federalismo metereologico». Che cosa ne pensa?
«Nessuna previsione è infallibile. Consiglierei al ministro Zaia di non prendersela con i meterologi. L'atmosfera è un sistema caotico e può cambiare da un momento all'altro. Un po' di imprecisione bisogna metterla in conto».

LEGGI LE ALTRE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).