DALL'ITALIA14:57 - 25 giugno 2010

Il pasticcio della foto di Saviano in obitorio

La foto di Saviano sul tavolo dell'obitorio arriva da una campagna Fuji

di Marina Cappa
<p>Il pasticcio della foto di Saviano in obitorio</p>

Il primo scandalo è che lo scrittore più volte minacciato di morte dalla camorra, e costretto a vivere sotto scorta, è stato fotomontato (nel servizio del mensile Max) sul tavolo di un obitorio, sotto forma di cadavere annunciato. Il secondo è che invece di Roberto Saviano su quel tavolo quattro anni fa c'era un altro.

La foto apparsa sul mensile Max è una copiatura. Qualche anno fa, per pubblicizzare la macchina digitale Finepix, la Fuji affidò a Lorenzo Marini e alla sua agenzia una campagna, stampa e Tv. Un annuncio fu realizzato usando tre immagini - un tavolo da obitorio, il corpo di un uomo e la testa di un altro modello - poi montate insieme da Gian Paolo Tomasi. È lo stesso fotografo che adesso firma lo scatto di Saviano cadavere.

«Ma l'idea non era certo stata sua: era della nostra agenzia, per vederne la resa avevamo fatto stendere il nostro art director su un tavolo. Quanto alla proprietà della campagna, secondo noi, è del committente, la Fuji», spiega Marini. Non certo soddisfatto che un annuncio costruito sull'ironia (una macchina digitale così bella da far resuscitare i morti) debba essere associato a una vicenda drammatica come quella di Saviano.

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).