DAL MONDO08:24 - 25 giugno 2010

Obama in crisi, rilancia la guerra

Obama in crisi, rilancia la guerra

di staff Style.it
<p>Obama in crisi, rilancia la guerra</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

La popolarità di Barck Obama è ai minimi storici da quando è diventato presidente degli Stati Uniti d'America. A rivelarlo è un sondaggio della NbcNews e del Wall Street Journal. Per 62 americani su cento l'America è fuori rotta, un record dalle elezioni del 2008. Solo un terzo è convinto che l'economia andrà meglio nei prossimi 12 mesi. L'immagine del presidente, a causa dell'ansia del paese per il suo futuro, è entrata decisamente in crisi: per la prima volta la percentuale di chi lo disapproverebbe (48%) è più alta di chi (45%) lo approva.

Obama cerca di correre ai ripari. In questo senso gli analisti leggono la decisione di sostitute nella guerra in Afghanistan il generale Stanley McChrystal con il generale David Petraeus, ex stratega militare in Iraq. Ma soprattutto così spiegano le ultime dichiarazioni riguardanti proprio il conflitto in Afghanistan: «Non abbiamo mai detto che da luglio 2011 spegneremo le luci e che ce ne andremo. È mia intenzione fare pressioni eccezionali sui dirigenti militari per ottenere un successo in Afghanistan».

> Obama, Medvedev e il «vertice dell'hamburger»

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).