DALL'ITALIA07:48 - 27 giugno 2010

Arrestato a Marsiglia il boss Giuseppe Falsone

Dopo 11 anni finisce la latitanza di uno dei capi storici di Cosa nostra

di staff Style.it
<p>Arrestato a Marsiglia il boss Giuseppe Falsone</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Arrestato a Marsiglia il boss latitante Giuseppe Falsone. Accusato di omicidio, associazione mafiosa, traffico internazionale di stupefacenti, Falsone era ricercato da 11 anni. Dopo Messina Denaro era considerato il secondo latitante più importante di Cosa nostra.

Il boss sierra sottoposto a diversi interventi di chirurgia plastica nel tentativo di notificare i tratti del suo viso. Ma a tradire Falsone è stata proprio la sua foto.

A Marsiglia, dove si era trasferito in pianta stabile, aveva preso una patente nautica presentando una carta d'identità italiana: la foto presentata per il nuovo documento però non ha convinto le autorità italiane che evidentemente erano informate da quelle francesi. Al boss sono stati sequestrati vari documenti e un personal computer.

«A Marsiglia Falsone si era stabilito in modo duraturo. Aveva preso documenti falsi e gestiva una serie di rapporti che ci fanno pensare a un'evoluzione dei latitanti che preferiscono andare stabilmente in altre località italiane o internazionali», ha detto il procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo.

LEGGI LE ALTRE NEWS

 


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).