DAL MONDO11:15 - 28 giugno 2010

L'Islanda dice sì alle nozze gay (e la prima a sposarsi è la premier)

Johanna Sigurdardottir ha legalizzato la sua unione civile con la compagna storica

di Lavinia Farnese
<p>L'Islanda dice sì alle nozze gay (e la prima a sposarsi è la
premier)</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Anche l'Islanda dice sì ai matrimoni tra persone dello stesso sesso. Non appena convertito in legge il testo approvato il 12 giugno (all'unanimità) dal parlamento, la premier Johanna Sigurdardottir (nella foto), ex hostess molto amata dal suo popolo, per festeggiare, ha inaugurato di persona la svolta sposando la sua compagna storica, l'autrice e sceneggiatrice di dodici anni più giovane Jonina Leosdottir. Senza troppi convenevoli, nessuna cerimonia, solo due firme per convertire la loro unione civile del 2002 in matrimonio.

La Sigurdardottir, classe 1942, ha due figli con l'ex marito, Porvaldur Steinar Johannesson, sposato nel 1970.

L'Islanda si aggiunge così alla lista dei Paesi dove «si può», dopo la Danimarca, l'Olanda, la Finlandia, la Norvegia e cinque stati degli Stati Uniti. In Svezia, le nozze possono addirittura avvenire in chiesa. In Spagna le spose/gli sposi possono adottare anche un bambino.

 

 

> Sicilia, due donne spose in chiesa (Valdese)

> I figli di coppie lesbiche sono più equilibrati

> Messico, due donne spose: è la prima volta

> Siena, coppia di donne avrà un bambino

> Nozze gay, la Consulta dice no

LEGGI LE ALTRE NEWS




Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).