DALL'ITALIA15:20 - 28 giugno 2010

Taricone, dal Grande Fratello a Tutti pazzi per amore

Da concorrente ad attore

di Greta Privitera
<p>Taricone, dal Grande Fratello a Tutti pazzi per amore</p>
PHOTO LAPRESSE

Pietro Taricone era nato il 4 febbraio 1975 Frosinone. È diventato famoso nel 2000 con la partecipazione alla prima edizione del Grande Fratello, nel quale si è classificato terzo risultando comunque l'inquilino più popolare del programma.

La prima apparizione successiva al Grande Fratello è stata al Maurizio Costanzo Show, nell'ambito della rubrica Uno contro tutti, andata in onda in prima serata il 10 gennaio 2001 facendo registrare una media di quasi 10 milioni di telespettatori.

Uscito dalla «casa» ha firmato un contratto di esclusiva della durata di due anni con la casa di produzione Titanus. In seguito alla partecipazione al reality ha intrapreso la carriera di attore partecipando a numerose fiction e film.

Tra i suoi primi lavori sono stati la fiction Distretto di Polizia 3 (2002) e i film Ricordati di me, diretto da Gabriele Muccino, e Radio West, per la regia di Alessandro Valori, entrambi del 2003. Proprio sul set di Radio West ha conosciuto la sua compagna Kasia Smutniak, da cui ha avuto una figlia, Sophie, nel 2004.

Nel 2006 è stato tra i protagonisti della serie tv di Canale 5, ambientata nel mondo dei Vigili del Fuoco, Codice rosso.

In ambito cinematografico ha invece interpretato il ruolo dello spacciatore di Diego Armando Maradona nel film di Marco Risi, Maradona, La mano de Dios (2007). Nel 2008 è tornato sul piccolo schermo con la serie tv di Rai Tre La nuova squadra, spin-off della Squadra.

Nello stesso anno è entrato a far parte nel cast della serie tv Tutti pazzi per amore, in onda su Rai Uno. Nel 2009 è apparso sul grande schermo con Feisbum!, film, pellicola in otto episodi ispirato al social network Facebook.

TORNA ALLO SPECIALE

LASCIA IL TUO MESSAGGIO


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
silviab. 78 mesi fa

un colpo al cuore...mi dispiace proprio tanto, anche se non lo conoscevo, anche se non lo seguivo. Perché emanava genuinità e purezza. Era energia e sfacciataggine. Ma dietro alla sua maschera da spaccone , era solo un ragazzo che stava realizzando il suo sogno, passo dopo passo, con simpatica umiltà. Un angelo caduto in volo. Quante domande..

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).