DAL MONDO15:36 - 29 giugno 2010

Un esame del sangue sostituirà l'amniocentesi

L'amniocentesi sostituita da un esame del sangue

di Greta Privitera
<p>Un esame del sangue sostituirà l'amniocentesi</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Addio amniocentesi. Non sarà più necessario sottoporsi alla dolorosa procedura che consente il prelievo trans addominale di liquido amniotico dalla cavità uterina per sapere se il figlio che si porta in grembo è affetto da anomalie cromosomiche. Basterà una semplice e non invasiva analisi del sangue che permetterà di evitare quindi il rischio di aborto legato a queste metodiche invasive.

La notizia arriva dalla ventiseiesima assemblea annuale della Società europea di riproduzione umana ed embriologia (Eshre), dove alcuni ricercatori olandesi hanno presentato il risultato del loro lavoro. «Siamo riusciti a utilizzare sonde genetiche e molecolari», spiega Suzanna Frints, genetista clinica del Centro Medico dell'Università,  «per rilevare il dna del feto in campioni di sangue prelevati da donne in gravidanza».

La tecnica utilizzata si chiama mlpa (amplificazione legatura-dipendente multipla della sonda) e consente di rilevare il dna fetale presente nel sangue delle donne incinte da almeno 6-8 settimane.

Fa parte di un kit già esistente e utilizzato in tutto il mondo per rilevare anomalie cromosomiche nel liquido amniotico o nei campioni di villi coriali prelevati dalle donne in gravidanza con metodiche invasive. Il kit e' economico e fornisce risultati nel giro di 24-62 ore, ma finora è stato utilizzato solo su campioni prelevati durante procedure invasive, perché non si sapeva se avrebbe funzionato sul dna fetale acellulare dei campioni di sangue delle donne in gravidanza.

I risultati del test mlpa sono stati confrontati con quelli «dell'amniocentesi, del prelievo dei villi coriali e con l'esito della gravidanza», conclude Suzanna Frints. «Al momento, l'affidabilità' del test è circa dell'80% a causa di risultati falsi negativi, ma stiamo lavorando per migliorare la precisione della sonda mlpa. Lo studio e' iniziato nel 2009 e dovrebbe continuare almeno fino al 2012».

LEGGI LE ALTRE NEWS


Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).