DALL'ITALIA08:20 - 30 giugno 2010

Addio Taricone. «La pasta è finta, vero?». Poi la divorò tra gli applausi

Il ricordo di Alessandra Donato di Vanity Fair, che aveva conosciuto Pietro sul set di un servizio per Vanity Fair

di Alessandra Donato
<p>Addio Taricone. «La pasta è finta, vero?». Poi la divorò tra gli
applausi</p>
PHOTO DOUGLAS KIRKLAND - LUZ PHOTO

«La pasta è finta, vero?», chiese Pietro Taricone, ridendo.

No, non era finta la pasta che gli avevamo cucinato, due estati fa, su un set a Roma. Per festeggiare il 5° anniversario di Vanity Fair, avevamo chiesto a un gruppo di attori del cinema italiano di oggi di reinterpretare le grandi scene del cinema italiano di ieri. E a Pietro era toccata una delle sfide più coraggiose: la leggendaria mangiata di spaghetti di Alberto Sordi in Un americano a Roma.

Era un venerdì pomeriggio, 30 maggio 2008, e faceva già un caldo agostano. Pietro, arrivato perfettamente puntuale, intorno a lui familiari e amici, si mise paziente al trucco. Teneva in braccio la sua bimba, e intanto parlava del fresco che faceva a casa sua, in campagna. «Parte difficile mi avete dato». Ma poi, attore vero come era, si buttò sulla pasta.

Due chili di spaghetti avevamo cotto, perché la scena doveva essere reale, e lui si mise ad azzannarli con la passione di chi non mangia da chissà quanto, a ogni scatto un applauso della troupe. Per la sua professionalità, per la sua semplicità, per la sua simpatia. Alla fine Douglas Kirkland, il fotografo che ha ritratto Marilyn Monroe e Liz Taylor, corse ad abbracciarlo: «Pietro, You Are Great».

TORNA ALLO SPECIALE

LASCIA IL TUO MESSAGGIO

Fonte[ Vanity Fair ]

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
felice 74 mesi fa

Eri uno di noi...ciao Pietro!

federica 74 mesi fa

Che tristezza....

Stellina 74 mesi fa

Davvero era un grande....non apprezzato da noi come doveva...se fosse nato in America, con quel suo carisma a quest'ora era una Star internazionale!!! Lo è per tutti quelli che lo amano...tutti quelli che lo hanno sempre amato

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).